DISTRETTO TECNOLOGICO PER L'INGEGNERIA DEI MATERIALI POLIMERICI E COMPOSITI E STRUTTURE

FUZI

Sistemi polimerici con FUnZionalità Integrate

Soci IMAST coinvolti:

  • Alenia Aermacchi S.p.A.
  • CIRA S.c.p.A. – Centro Italiano Ricerche Aerospaziali
  • CRF S.c.p.A - Centro Ricerche FIAT
  • STMicroelectronics S.r.l.
  • CNR – Istituto per la Microelettronica e Microsistemi (IMM) e Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali (IPCB)
  • Selex Electronic Systems
  • Università degli studi di Napoli Federico II - Centro di Ricerca Interdipartimentale dei Materiali (CRIB)
  • MBDA Italia S.r.l.
  • ENEA Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile  



 

Obiettivi:

Il progetto intendeva sviluppare nuovi materiali intelligenti capaci di monitorare e reagire alle variazioni dell’ambiente circostante. Tali materiali, grazie alla loro capacità di correlare grandezze elettriche, chimico-fisiche e meccaniche, costituiscono gli elementi chiave di sistemi integrati per applicazioni nei settori automotive, aeronautico, aerospaziale, microelettronico/biomedicale e delle telecomunicazioni. Il progetto si suddivideva in tre aree tematiche: monitoraggio strutturale/semistrutturale, fisiologico ed elettromagnetico.
Nell’ambito del monitoraggio di componenti strutturali e semistrutturali sono stati sviuppati sistemi compositi a matrice polimerica in grado di adattarsi in maniera intelligente a
sollecitazioni esterne attraverso l’utilizzo di materiali piezoelettrici e filler inorganici. Inoltre, sono stati sviluppati specifici algoritmi di diagnosi e prognosi iscritti in una metodologia di “structural health monitoring”. Per il settore automotive sono stati realizzati sistemi compositi funzionali con proprietà di sensing e morphing. Per il settore aeronautico sono stati sviluppati un panello in composito con griglia termoplastica nanocaricata e un sistema integrato di analisi iFEM e prognostica.
Nell’ambito del monitoraggio fisiologico, sono stati messi a punto micro e nano-biosensori in grado di monitorare parametri fisiologici (glucosio e pressione arteriosa extravascolare)
utilizzando materiali polimerici e tecnologie della “Printed Electronics”.
Nell’ambito dello schermaggio e rilevazione di onde elettromagnetiche sono stati sviluppati compositi funzionali e una struttura Radome con superfici selettive in frequenza (FSS)
mediante o l’inserzione di opportuni layer conduttivi nel composito fibro-rinforzato o l’utilizzo di filler inorganici.